Gela: concorso letterario «Uno, nessuno e centomila», premio speciale per gli studenti del liceo classico «Eschilo» ad Agrigento Featured

Sabato, 11 Maggio 2019 11:56 Written by  Published in Attualità

Grande affermazione per gli studenti del Liceo Classico “Eschilo” alla terza edizione del Concorso nazionale “Uno, nessuno e centomila” che si svolge ad Agrigento per celebrare lo scrittore Premio Nobel Siciliano. I ragazzi di Gela hanno sbaragliato la concorrenza agguerrita di ben 227 scuole provenienti da 16 nazioni, aggiudicandosi un premio speciale per la loro personale trasposizione teatrale tratta da una delle novelle pirandelliane, “Paura di esser felice” attraverso la quale hanno avuto modo di spaziare con l’immaginazione e utilizzare la poetica tipica dell’umorismo di Pirandello regalandole nuova vita e attualizzandola ai giorni nostri. 

Il Concorso è rivolto alle studentesse e agli studenti delle scuole statali pubbliche secondarie di primo e di secondo grado del territorio nazionale e delle scuole secondarie di primo e di secondo grado italiane situate all’estero statali, paritarie e straniere, ed è stato organizzato dalla Fondazione Teatro Luigi Pirandello, con l’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia – Ambito territoriale di Agrigento, il Distretto Turistico “Valle dei Templi”, l’Accademia di Belle Arti “Michelangelo” di Agrigento e l’associazione “Strada degli Scrittori”, in collaborazione con la Regione Siciliana –Assessorato regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e il Comune di Agrigento. L’iniziativa consente ogni anno alle scuole di indagare il complessivo significato dell’opera Pirandelliana, anche attraverso il teatro, quale strumento pedagogico in grado di incidere profondamente sulla crescita cognitiva ed emotiva della persona, attraverso la realizzazione della drammaturgia di un corto teatrale ispirato a una novella dell’autore. In questo caso i ragazzi hanno mirabilmente rappresentato la “lucida follia” di Fabio Feroni, il protagonista della novella pirandelliana riuscendo a trasmettere agli spettatori del Teatro agrigentino, un cocktail di emozioni che spazia dall’inquietudine alla paura, con la giusta dose di ironia. “È stato un lungo lavoro che ha occupato diversi mesi di studio e di approfondimento dell’opera – ha detto la professoressa Alba Spoto, che ha seguito l’intero percorso di ragazzi – ma il risultato raggiunto ci ripaga di tutte le fatiche”. Ma il premio speciale non è l’unico riconoscimento portato a casa dai liceali gelesi. L’interpretazione intensa del giovane Rocco Vella ha particolarmente colpito gli addetti ai lavori presenti al teatro. In particolare Marco Savatteri, compositore autore e regista teatrale, che ha offerto a Rocco una borsa di studio biennale per la sua Accademia “Casa del Musical”. Una grande soddisfazione per Rocco, adolescente con la voce profonda da attore consumato, finito sul palco per una strana casualità del destino: “Alle medie misi per sbaglio una crocetta sul modulo di un progetto Pon , finendo in un corso di teatro – ci racconta – da allora mi sono innamorato di questo mondo e spero che possa diventare il mio futuro lavorativo”. E sul premio ricevuto aggiunge: “Spero sia il primo tassello di una carriera fulgida, è stata un’emozione grandissima vedere che la mia passione abbia trovato il riconoscimento di professionisti del settore”. A poca distanza la vice preside Laura Cannilla, guarda con soddisfazione il giovane allievo, ma al termine dell’intervista non gli risparmia una tiratina d’orecchie: “Rocco è bravo, molto bravo – dice – ma è importante che metta il suo talento anche a servizio dello studio, perché si diventa “grandi” solo sviluppando le proprie competenze”. E sull’affermazione dei suoi studenti aggiunge: “I nostri ragazzi navigano tra i classici sin dall’inizio del loro percorso scolastico e alla fine arrivano queste soddisfazioni . Ciascuno di loro ha lavorato in maniera intensissima , senza mai trascurare l’impegno scolastico. Siamo davvero orgogliosi di tutti loro”.

Last modified on Sabato, 11 Maggio 2019 12:04
Jerry Italia

Giornalista, appassionato di musica, un passato da musicista e presentatore, ha lavorato come esperto di comunicazione negli enti locali. Colleziona vinili, in particolare di blues.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.