Lavori socialmente utili per chi ha infranto la legge e subito una condanna, convenzione tra i comuni di Niscemi, Gela e il Tribunale

Giovedì, 25 Aprile 2019 11:05 Written by  Published in People

Lavori socialmente utili per chi ha violato la legge e ha subito una condanna alla detenzione o a sanzioni pecuniarie. Lo prevede una convenzione stipulata dai comuni di Niscemi (rapppresentato dal sindaco, Massimiliano Conti), Gela (rappresentato dal commissario straordinario, Rosario Arena)  e dal Tribunale di Gela, rappresento nella circostanza dal capo dei Gip, Lirio Conti, delegato dal presidente Paolo Fiore.

Pene che ovviamente, così come previsto da norme giuridiche vigenti, su richiesta degli stessi imputati sottoposti a sentenza di condanna, è possibile scontare anche con lo svolgimento di lavori socialmente utili non retribuiti ed a beneficio della comunità.

Quattro le convenzioni - due per ogni comune - che avranno durata di cinque anni.

Ciascuna convenzione prevede lo svolgimento di lavori socialmente utili per 10 condannati al lavoro, ovvero in attività volte alla tutela del patrimonio ambientale, alla salvaguardia del patrimonio boschivo, alla prevenzione del randagismo degli animali, alla manutenzione del decoro dei beni del patrimonio pubblico, compresi i giardini ed i parchi.

Last modified on Giovedì, 25 Aprile 2019 11:23
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.