Niscemi e Gela uniscono le idee, consulte giovanili riunite a palazzo di città. Progetto per uno sportello Informagiovani unico per le due città Featured

Domenica, 14 Aprile 2019 08:01 Written by  Published in Attualità

Gemellaggio a Palazzo di città, fra le Consulte giovanili dei Comuni di Niscemi e Gela, al fine di istituire e consolidare un rapporto di collaborazione orientato alla promozione di iniziative volte alla trattazione delle problematiche giovanili del territorio e all'attuazione di proposte capaci di sostenere i giovani nelle scelte che riguardano il loro futuro.

All’incontro che si è svolto nel Palazzo comunale alla presenza dell’assessore Davide D’Erba, hanno partecipato in rappresentanza della Consulta giovanile della città il presidente Simone Nanfaro (promotore dell’iniziativa), Gaetano Iudicelli, Sergio Cirrone, Davide Spinello ed Emanuele Pepi. In rappresentanza della Consulta giovanile di Gela, sono intervenuti il presidente Orazio Alario, Mirko Grasso, Eleonora Ferraro e Renzo Cacciatore.

«I territori di Niscemi e Gela - dice Nanfaro - condividono risorse comuni dal punto di vista economico, agricolo, industriale così come anche problematiche simili che sono annesse alle realtà giovanili. Per tale ragione, è opportuno che le Consulte delle due città lavorino in sinergia confrontandosi e con scambi progettuali che possano coinvolgere il mondo giovanile, poiché sempre più distante dalle Istituzioni e dal territorio. Invito pertanto i rappresentanti delle associazioni ad iscriversi alla Consulta giovanile».

Durante l’incontro è stata formulata la proposta di istituire uno sportello Informagiovani come orientamento nelle scelte relative a sbocchi occupazionali ed alla costruzione di un futuro. Le due Consulte giovanili intendono attivarsi per cercare di cambiare le sorti del territorio motivando i giovani, ed a maggior ragione perché la gran parte sono oggi sfiduciati dalla crisi e dalla convinzione dell’inutilità di qualsiasi formazione sul loro futuro.

Last modified on Domenica, 14 Aprile 2019 08:20
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.