Niscemi: cannolo e bigné alla crema di carciofo, gli allievi chef della scuola di formazione «Futura» deliziano i visitatori della Sagra Featured

Sabato, 06 Aprile 2019 12:00 Written by  Published in Attualità

Continuano in città le manifestazioni inserite nel programma della 39ª Sagra del carciofo. Tante le degustazioni delle varie specialità a base del prodotto agroalimentare, tra le quali anche quelle preparate dagli aspiranti Chef che frequentano il corso di operatore della ristorazione presso la scuola di formazione professionale “Futura”, diretta dal professor Emiliano Rizzo. 

Gli allievi della “Futura”, con la guida dello chef docente Giuseppe Damiano Schembri, hanno preparato all'interno dello stand istituzionale del Comune allestito nell’area della Sagra, una particolare specialità al carciofo, mirata a rivisitare il cannolo ripieno di crema al carciofo. Cinquecento gustosissimi cannoli siciliani riempiti di crema al carciofo sono stati tutti distribuiti in degustazione ai visitatori della Sagra.

Gli aspiranti chef hanno anche preparato dei bigné al carciofo che sono stati serviti ai visitatori della Sagra. Questi gli allievi del corso di operatore della ristorazione della “Futura” che hanno preparato le specialità al carciofo: Sara Buccheri, Salvatrice Cipolla, Franco Cona, Maria Concetta Cunsolo, Maria Di Modica, Graziella Di Puma, Lucia Giudice, Samantha La Porta, Concetta Meli, Marinella e Stefania Militello, Patrizia Nolfo, Giuseppa Sinatra, Rosalia Sirni, Palma Spatola, Silvana Tizza, Ofelia Trombino e Rosaria Marsiano.

Venerdì nell’Auditorium del Centro socio culturale “Totò Liardo” si è tenuto un convegno sul carciofo con la parte.

In apertura sono intervenuti il sindaco, Massimiliano Conti, l’assessore all'Agricoltura Gesuè Allia, Biagio Dimauro (dirigente dell’ispettorato agricoltura di Caltanissetta) e Michele Asarisi (presidente dell’Ordine degli agronomi e dottori forestali della provincia di Caltanissetta), per il saluti all'assemblea.

Poi sono intervenuti Piero Lo Nigro (consigliere nazionale dell'ordine degli Agronomi) sul tema “Il valore delle produzioni locali nel contesto del mercato globale”; Giuseppe Timpanaro, docente del dipartimento agricoltura dell’Università di Catania sul tema “Quale strategia di business per il settore orticolo nell’era della sostenibilità e dell’innovazione"; Viviana Stefanini sul tema “La filiera cinaricola, la tracciabilità ed il marchio di qualità sicura: quale approccio al marketing all’epoca dello smart farming”.

Last modified on Sabato, 06 Aprile 2019 12:58
Alberto Drago

Giornalista pubblicista, niscemese doc, ha lavorato in varie redazioni locali e regionali, contribuendo negli anni Novanta alla nascita di Antenna Sud. Impegnato nel volontariato con l’associazione nazionale Carabinieri. Collabora con il quotidiano La Sicilia. Ha fondato e diretto il periodico “L’Appunto”.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.