Riesi: ritardi nel recapito della posta e carenza di portalettere, segnalazione del gruppo locale del M5S al portavoce alla Camera dei Deputati Pignatone

Venerdì, 22 Febbraio 2019 10:52 Written by  Published in People

Gli attivisti ed i consiglieri del Movimento 5 Stelle di Riesi, nei giorni scorsi, hanno segnalato al portavoce alla Camera dei Deputati, onorevole Dedalo Pignatone, il grave disservizio ed i disagi lamentati dalla popolazione da Poste Italiane S.P.A. per i ritardi verificatisi nel recapito della posta.

Lo rendono noto i rappresentanti del gruppo locale del M5S in un comunicato. Al portavoce nazionale del M5S è stato evidenziato «l’ingiusto trattamento riservato ai dipendenti di Poste Italiane originari della provincia nissena che prestano attività nel nord Italia e che, a causa del blocco ormai decennale dei trasferimenti, vivono lontano dalle famiglie in una inaccettabile condizione di sofferenza».

Gli attivisti ed i consiglieri, in particolare hanno sottolineato la mancata consegna della posta e la carenza di portalettere a Riesi rilevando che «al momento, il servizio di consegna della posta è affidata a 2 portalettere, neo assunti con contratto a termine, più un addetto alla Linea Business. I 2 - 3 portalettere devono servire giornalmente una popolazione di 11 mila persone. Tale dato evidenzia l’esiguità della dotazione organica dell’ufficio rispetto al fabbisogno effettivo della realtà da servire». Rilevati anche gli effetti dell’attuale servizio in altri centri. «La dotazione organica - scrivono gli attivisti - risulta inadeguata anche al servizio di smistamento interno, si consideri che l’ufficio postale di Riesi è anche Centro di Distribuzione Secondario e pertanto il rallentamento dell’attività della sede ha effetti su tutti i centri che fanno riferimento al CSD DI Riesi, ovvero Butera, Mazzarino, Sommatino e Delia. Enorme ed evidente, è il disagio imposto alla popolazione, che subisce la lesione di un diritto costituzionalmente garantito e che si trova esposta a rischi di danni derivanti, tra l’altro, da ritardata conoscenza di atti e documenti soggetti a scadenza. Sul punto i cittadini hanno già, più volte manifestato la loro insofferenza e disappunto». Per il M5S potrebbe sussistere un possibile collegamento con la vicenda «Mobilità Volontaria Nazionale».

«La questione relativa alla mancanza di portalettere – evidenziano nella nota i rappresentanti del M5S - risulta ancor più paradossale se rapportata alle numerose richieste di mobilità di dipendenti di Poste Italiane Spa in attesa di trasferimento. Assolutamente assurdo ed insensato è il continuo procedere ad assunzioni a termine di nuovi portalettere, quando risulta una enorme disponibilità di dipendenti di Poste Italiane, originari della provincia di Caltanissetta, bloccati al nord da diversi anni. Questi chiedono da oltre 10 anni lo sbocco della mobilità volontaria nazionale1 per poter tornare dalle famiglie. Anche la situazione Mobilità volontaria Poste merita una pronta ed immediata soluzione ed è stata oggetto di analisi e di impegno politico da parte dei rappresentanti del M5S e non solo. Tra i soggetti in attesa di trasferimento risultano diversi nostri concittadini».

L’onorevole Pignatone ha già comunicato di aver prontamente inoltrato delle istanze formali e attivato tutte le procedure necessarie affinchè la situazione torni al più presto nella normalità e la posizione dei cittadini in attesa di trasferimento trovi presto una risoluzione.

Last modified on Venerdì, 22 Febbraio 2019 10:54
Redazione

Today 24 è un quotidiano on line indipendente, fondato nel 2014 da Massimo Sarcuno. Ogni giorno racconta i fatti e le notizie di Gela, Niscemi, Riesi, Butera, Mazzarino e di molti altri comuni del comprensorio. In particolare l’area del Vallone.

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.